Task force Enpa-Pnalm: 332 cani vaccinati

Orso 929_4_PNALM
Fonte immagine

Pescasseroli (Aq). Il 30 settembre si sono concluse le operazioni per la prevenzione del randagismo canino nel Pnalm condotte dall’Enpa (Ente protezione animali) insieme al Servizio veterinario del parco in collaborazione con i servizi veterinari pubblici e l’associazione Salviamo l’orso. In questa prima fase di lavoro ci si è concentrati sui cani associati alle aziende zootecniche che proprio per le loro caratteristiche di utilizzo rappresentano un fattore di criticità per la prevenzione e la gestione del randagismo in un ambiente naturale e sensibile quale quello del Parco.

La straordinaria operazione ha visto coinvolti 12 Comuni ricadenti nei 3 ambiti regionali del parco ha portato al controllo di 100 aziende in 12 giorni. Sono stati vaccinati 332 cani e ne sono stati iscritti 225 all’anagrafe canina.

Regione Comune aziende controllate n° cani iscritti n° cani vaccinati
Abruzzo Pescasseroli 14 34 48
Abruzzo Opi 18 35 53
Abruzzo Villetta Barrea 3 4 7
Abruzzo Civitella Alfedena 8 10 18
Abruzzo Barrea 10 19 42
Abruzzo Gioia dei Marsi 3 4 4
Abruzzo Lecce nei Marsi 3 22 23
Lazio Settefrati 10 20 21
Lazio Picinisco 8 50 51
Lazio San Biagio Saracinisco 3 5 2
Molise Pizzone 4 8 28
Molise Rocchetta al Volturno 10 3 22
Molise Montenero Val Cocchiara 6 11 13
  TOTALI 100 225 332

L’operazione si inserisce nell’ambito delle azioni che il Parco sta conducendo a tutela dell’orso e più in generale della fauna selvatica, in attuazione delle ricerche e delle indicazioni emerse da anni di controlli e da alcune delle azioni del progetto life Arctos. Particolarmente interessante la collaborazione con l’Enpa che da sempre si occupa di tutela degli animali e che ha deciso di mettere a disposizione del Pnalm e dell’orso l’esperienza e la professionalità dei suoi tecnici.  “Si è trattato di un primo intervento importante – dice il Presidente del Parco Antonio Carrara – per affrontare il problema del randagismo canino nel territorio del PNALM. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno collaborato e l’ENPA in particolare, augurandomi che la collaborazione continui in modo tale da poter affrontare in modo più completo il problema e portarlo a soluzione.” “Penso che la collaborazione, estremamente proficua, tra Enpa e Pnalm possa iscriversi a pieno titolo nel novero delle buone pratiche – commenta Antonio Fascì, responsabile del Servizio Nazionale Guardie Zoofile e del Nucleo di Intervento Nazionale dell’Enpa –  Un modello, che mi auguro, sarà replicato in futuro ed esportato anche in altri contesti:è soprattutto con le collaborazioni sinergiche che si combatte la piaga del randagismo”

mariatrozzi77@gmail.com 

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.