Rilasci sismici nell’aquilano, sabato e domenica Io non rischio

L'Aquila Foto Maria Trozzi Report-age.com 2014
L’Aquila Foto Trozzi

L’Aquila. Sabato e domenica Io non rischio con i volontari abruzzesi che daranno vita ad una corposa  campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile e di prevenzione per saper rispondere in modo adeguato alle calamità naturali.

Intanto, un po' prima delle ore 2 gli strumenti di rilevazione dei movimenti tellurici hanno registrato un rilascio sismico di magnitudo 1.2, oggi nell'aquilano. Bisegna, Villalago e Scanno sono le aree epicentrali interessate maggiormente dalla scossa notturna. Questa mattina altro piccolo rilascio sismico delle ore 8.22 magnitudo 1.3. Le aree epicentrali sono Opi e Pescasseroli, sempre in provincia di L'Aquila. Altro particolare evento sismico è quello registrato alle ore 19.10, l'8 settembre, magnitudo 3.0, con epicentro a Ortona dei Marsi, Bisegna e  Gioia dei Marsi. 
                        Grafica e dati da Sarelf.org

Attraverso una serie di incontri, in almeno 12 città abruzzesi, questa fine settimana i cittadini riceveranno informazioni utili su come difendersi dalle calamità naturali. Mentre in Marsica ci si organizza per il centenario del terribile terremoto del 1915 che costò la via ad oltre 30 mila persone, soprattutto ad Avezzano e tra l’Abruzzo e il Lazio, sono previsti incontri e appuntamenti con la storia per ricostruire e ricordare alcuni momenti dell’epoca.

Altro interessante progetto proposto al comune di Sulmona è il laboratorio di prevenzione sismica del gruppo Sarelf onlus, diretto dal geologo Michele Andreozzi per dei monitoraggi elettromagnetici ambientali della valle Peligna, progetto Mea, da mettere in campo con Ingv, Istituto nazionale di geofisica, e vulcanologia, Protezione civile regionale e ministero ambiente. Sarebbero 90 mila euro i fondi a disposizione che per il 50% sono a fondo perduto, ogni fase del progetto costa 25 mila euro. Si prevede la realizzazione di una piccola sala antisismica con monitor e sismografi, una rete di 3 strumenti sofisticati, geoambientali e la rete interfonometrica via satellite con collegamento wifi per la trasmissione dei dati in tempo reale. Sono previsti corsi per volontari della Protezione civile a cura della Ingv.  L’obiettivo è la prevenzione sismica, ma fino ad ora il comune non sembra abbia risposto alla proposta.

Non si registrano invece altre scosse in Valpescara dopo il terremoto a Tocco da Casauria del 16 settembre 2014 Ricostruiamo una breve galleria di immagini degli eventi sismici del passato (anno 1706) registrati in questa area della Valpescara grazie allo studio e alle cartine esplicative del progetto Sarelf onlus di Mitigazione del rischio Sismico e divulgazione di Cultura Sismica, in collaborazione con Ingv e Protezione civile eventi pubblicati in fondo a questa pagina Web.

Questo slideshow richiede JavaScript.

mariatrozzi77@gmail.com 

Archivio

Scossa di magnitudo 1.8, epicentro nelle vicinanze di Tocco da Casauria (Pe). 16.09.2014

Marsica: scossa secca, magnitudo 3, terremoto avvertito anche a Sulmona (Aq) 08.09.2014

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.