Lupo malato, recuperato dal Corpo forestale e curato dal Pnalm

Lupo foto Pnalm report-age.com 2014Pescasseroli (Aq). Condizioni di salute davvero precarie per il lupo appenninico trasferito d’urgenza oggi nelle strutture di ricovero del Parco a Pescasseroli. L’animale è stato recuperato sabato dagli agenti del Corpo forestale dello Stato di Frosinone nei pressi di Anagni, in un punto in cui era stato segnalato.

Lupo foto Pnalm Report-age.com 2014E’ un maschio di circa 4 anni e il Pnalm, Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, se ne sta prendendo cura in questi lunghi giorni. E’ stato visitato  dal veterinario del Parco ed è stato  sottoposto  ad analisi e prelievi per poter formulare una diagnosi certa e provvedere così a cure specifiche per la povera bestiola. L’animale sembra ben nutrito, ma è affetto da una forma ectoparassitaria diffusa soprattutto presenta una sintomatologia riferibile a malattia infettiva caratterizzata da cheratocongintivite progressiva, caratterizzata dalla simultanea infiammazione di cornea (cheratite) e congiuntiva (congiuntivite) e  blanda sintomatologia nervosa che se venisse confermata avrebbe una evoluzione infausta che nel centro di Pescasseroli cercano di scongiurare. Le delicata operazione di recupero è stata compiuta dagli agenti del Corpo Forestale con la cattura del lupo libero e il successivo ricovero nelle strutture veterinaria del Parco è il primo intervento a favore della  natura che fa seguito al coordinamento che il Parco ed il Corpo Forestale dello Stato hanno messo in opera dopo l’accordo raggiunto nella riunione del 24 settembre. In relazione alla evoluzione delle patologie che il lupo presenta, sarà cura dell’ente Parco, nei prossimi giorni, tenere informata l’opinione pubblica sull’esito delle stesse.

 mariatrozzi77@gmail.com

In Italia lo scenario è drammatico per i reati contro gli animali e la fauna  selvatica che rappresentano il 22% del totale del reati ambientali, si consuma una violazione in materia di tutela ambientale ogni 43 minuti. Uccidere una specie protetta è un reato. 
Firma per chiedere sanzioni più severe.

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.