Presidio Radicali nelle sedi Rai: storia di un obiettore canone Rai

Marco Pannella foto http://www.repubblica.it/
Marco Pannella foto Repubblica

Pescara. Sarà un presidio silenzioso quello davanti la sede Rai, programmato alle 18.30 domani in via De Amicis 27, manifestazione dei Radicali che chiedono al Presidente del consiglio, Matteo Renzi, la privatizzazione della Rai per un sistema televisivo che rispetti il principio della concorrenza soprattutto per gli investimenti privati e per l’abolizione del canone, per porre limiti alla concentrazione della proprietà delle reti televisive e un drastico abbassamento dei tetti per la raccolta pubblicitaria.

Obiettore canone Rai articolo 1984 su L'Espresso Report-age.com
Obiettore canone Rai 1984 su L’Espresso

Il presidio di Pescara è l’unica realtà territoriale di provincia in cui si è riusciti ad accorpare diverse sigle liberali per portare avanti una battaglia che si trascina ormai da anni, abbiamo rintracciato un obiettore del canone che ha ancora il suo televisore suggellato, dagli anni Ottanta. Anche lui, da vecchio radicale, aderisce alla iniziativa di Pescara, manifestazione unitaria dei Liberali che si svolgerà in contemporanea con i presidi delle grandi metropoli dinanzi le sedi della direzione generale Rai a Roma, in viale Mazzini, e a Milano in corso Sempione. Al presidio pescarese hanno aderito Ali, Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia, Fare per Fermare il Declino Abruzzo – Valpescara, Partito Liberale Pescara, Radicali Italiani, Tea Party Abruzzo. In via Edmondo de Amicis non mancherà Radio Radicale che fra le righe del suo sito ricorda l’importante appuntamento nazionale.

Canone Rai Obiettore Report-age.com 2014
Gianni Natale, obiettore canone 1983 col suo televisore sigillato in scatola
La storia dell'obiezione del canone televisivo

Privatizzazione Rai e abrogazione canone Rai, negli anni Ottanta la protesta radicale si fece davvero sentire, 10 mila 500 italiani fecero Obiezione al canone Rai e nel 1983, aderirono all’iniziativa del Partito Radicale.

In tutta italia, fra le migliaia di obiettori televisivi, solo 35 ebbero l’onere e l’onore del televisore suggellato dalla Guardia di Finanza. Era tra quelli Gianni Natale, in tutto e per tutto radicale attivista della provincia di Pescara. I 35 obiettori del canone furono citati anche in un articolo de L’Espresso. Ci siamo messi in contatto con Natale, radicale originario di Popoli (Pe) e la sorpresa è stata davvero grande. Tuttora Natale ha il televisore sigillato in garage: “Ovviamente  ho partecipato allora a tutte le marce radicali per l’abolizione del Canone Rai e per la privatizzazione dell’ente. L’iniziativa di allora finì anche in un fascicolo della Corte Costituzionale, il procedimento ebbe però esiti negativi, se non sbaglio” racconta il radicale. Nelle foto Natale mostra con orgoglio lo scatolone con i sigilli che conserva gelosamente quasi come fosse un trofeo.

La pacifica rivendicazione Radicale
Scatolone Tv con sigilli Report-age.com 2014
Scatolone con sigillo

Il canone in pratica è composto da 2 elementi: in parte era tassa sulle telecomunicazioni (circa 12 euro) e il resto era canone. L’azione di disobbedienza civile e non-violenta consisteva nel pagare la tassa, altrimenti si poteva risultare evasori fiscali, mentre ci si rifiutava di pagare il resto che era configurato come Canone. A quel punto i tanti che aderirono all’iniziativa radicale procedettero a fare disdetta alla Rai, rifiutandosi di pagare il canone per un servizio di cui non si voleva fruire in quanto inadeguato e contemporaneamente si informava anche l’autorità giudiziaria. La battaglia andò avanti qualche anno e si arrivò anche a commissionare, come comitato radicale, un apparecchio che consentisse di oscurare le frequenze Rai lasciando libere quelle commerciali.

Un’ultima importante considerazione ci arriva dai sostenitori dei radicali che domani in silenzio porteranno avanti la loro iniziativa col presidio pescarese: “Nelle tasse, in questo caso, il canone televisivo è comprensivo di Iva al 4% che non si  applica su tasse ed imposte. Cosa è allora il canone televisivo?”.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

PRESIDIO RADICALE ALLA RAI PER PRIVATIZZAZIONE E ABROGAZIONE CANONE 23.09.3014

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.