Un Osservatorio Fondi europei contro la lentezza del Centro Abruzzo

Movimento Ripensiamo il Territorio
Ripensiamo il Territorio

Per  4 milioni e mezzo di euro provenienti dai Fas (Fondi aree sottosviluppate) non sono bastati 3 anni all’entroterra abruzzese per produrre un progetto condiviso. E’ proprio vero, il problema del Centro Abruzzo sta nella lentezza del sistema politico-istituzionale, hanno ragione quelli di Ripensiamo il Territorio. Questo è quanto e l’entroterra abruzzese impiegherà un secolo prima di pianificare delle azioni più importanti sollecitate dalla dinamicità europea. GongLa soluzione sembra essere vicina alle proposte di Ripensiamo il Territorio che suona e risuona il Gong, intenzionato ad immunizzare l’entroterra dal virus dell’indolenza disintegrante. Dal Movimento prende forma l’idea di un Osservatorio Fondi Europei da costituire per intercettare finanziamenti comunitari e soprattutto recuperare il tempo pèrso, cancellando il ritardo impressionante accumulato ormai da un Centro Abruzzo sonnolento e apatico.

Il movimento incontra i Capigruppo di Sulmona
Il Movimento incontra i Capigruppo di Sulmona 

“La lentezza  decisionale, programmatoria  ed operativa del Centro Abruzzo è la criticità da risolvere e superare _ fa notare il Movimento Ripensiamo il Territorio _ è questo il punto condiviso, ai primi di luglio, dal Gruppo di Lavoro che ha impegnato anche il Presidente del Consiglio comunale di Sulmona, Franco Casciani”. L’obiettivo da raggiugere è la velocità adeguata ai tempi che corrono ossia la tempestività necessaria per diventare protagonisti di questi tempi senza più subirli. Lo stesso confermarono, coscienziosamente e insieme al Movimento, tutti i capi gruppo del Consiglio comunale sulmonese che, in nome della velocità, decisero di deliberare con urgenza un atto programmatico per dare il via alla discussione sulla Coesione strategica territoriale, dando un segnale chiaro anche ai cittadini.

Incontro D'Alfonso con il Movimento Ripensiamo il Territorio
Luciano D’Alfonso con Ripensiamo il Territorio

Sottolinea il movimento Ripensiamo il Territorio: “La constatazione e la misura della lentezza del  Sistema Centro Abruzzo emerge dall’osservazione e dall’analisi di un dato che intendiamo rendere pubblico e sottoporre alla pubblica opinione, trattandosi in fondo del comune destino. Se per i Fas, cioè 4,5 milioni di euro, sono occorsi ben 3 anni di discussioni per arrivare ad un progetto unitario detto Collettore Turistico, guardando al Bilancio europeo 2014-2020 e immaginando di approcciare con una progettazione vera di Area vasta che ammonti a 150 milioni euro, quanto impiegheremmo? La risposta matematica stimata é: 100 anni. Tale dato evidenzia drammaticamente la misura dell’inadeguatezza di cui siamo detentori.

Ripensiamo il territorio sollecita i protagonisti della politica del Centro Abruzzo
Ripensiamo il Territorio sollecita i protagonisti della politica Abruzzese

Purtroppo il 2014 è cominciato da 8 mesi e i dati non indicano alcun cambiamento. “Basti pensare che la deliberazione consiliare ad indirizzo programmatico, per una nuova politica di Coesione Territoriale, il Comune di Sulmona non è riuscito a strutturarla, discuterla e formalizzarla nonostante i 2 Consigli Comunali celebrati nel corso del mese di Luglio _ fa notare il Movimento _ A questo punto, perseverando nella nostra continua pratica di coinvolgimento e visita dei Comuni del territorio per spiegare le ragioni del cambio di passo, visto che localmente si stenta ad acquisire la velocità richiesta e richiamata continuamente dallo stesso Capo del Governo, Matteo Renzi e dal Presidente della Giunta Regionale, Luciano D’Alfonso, non possiamo che tornare a lanciare pubblicamente l’allarme ed a chiedere a tutti i Rappresentarti del Centro Abruzzo di attivarsi e recuperare i ritardi accumulati. Al momento, peraltro, non abbiamo ancora visto decollare un solo progetto, anzi si parla anche della esclusione di una parte della Valle Peligna e della Marsica dal Tfue (Piano delle aree ammesse alla deroga del capitolo 107/.3/.c: misure integrative di sostegno finanziario dell’Unione Europea). Qualora a qualcuno risulti il contrario, ne fornisca pubblica evidenza”.

D'Alfonso con il Movimento Ripensiamo il Territorio
Movimento Ripensiamo il Territorio in riunione

Un’iniziativa davvero interessante è quella che il Movimento Ripensiamo il territorio lancia, per superare l’arretratezza e la lentezza congenita di questa Terra. La proposta è di costituire un Osservatorio Fondi Europei che risolva i tempi ed i ritardi accumulato. L’autunno non tarderà ad arrivare e, dopo aver festeggiato e brindato  alla rievocazione delle sfide equestri e degustato taccozze e ranocchie alle sagre, già all’inizio di settembre torneremo a fare i conti con un ulteriore contrazione dell’economia interna al nostro territorio, una maggiore sofferenza del comparto lavoro diretto/indiretto e conseguente incremento della disoccupazione, verificando, dati alla mano, le responsabilità locali e le drammatiche e colpevoli conseguenze delle mancate azioni”.

Aggiornamento:

Pratola Peligna comincia a Ripensare il territorio

Archivio stoico

POPOLI, SAN BENEDETTO IN PERILLIS E COLLEPIETRO LAVORANO PER LA FUSIONE 17.08.2014

COESIONE : È REALTÀ DECENNALE IN CANADA, È LEGGENDA METROPOLITANA NELL’ENTROTERRA ABRUZZESE 08.08.2014

IL CENTRO ABRUZZO CHE DIALOGA E GUARDA ALL’EUROPA 06.08.2014

SEGNALI INQUIETANTI PER L’ENTROTERRA ABRUZZESE: FUORI DAI GIOCHI SENZA LA COESIONE 31.07.2014

INCENDI PNEUMATICI ADRIA. LA PISTA A BASSO PROFILO È LA PIÙ ACCREDITATA 30.07.2014

CENTRO ABRUZZO. DIAMANTE FA DUE CONTI. L’AGGREGAZIONE TRA I COMUNI CONVIENE ECCOME! 18.07.2014

RIPENSIAMO IL TERRITORIO: “BASTA RITUALI, MA DECISIONE, STRATEGIA E VELOCITÀ” 10.07.2014

CASCIANI RESPINGE AL MITTENTE LE CRITICHE DI RIPENSIAMO IL TERRITORIO 08.07.2014

DAL CENTRO ABRUZZO: “SUBITO IL PROGETTO PILOTA BASTA NAVIGARE A VISTA” 07.07.2014

EXPO 2015: MILIONI POTENZIALI PER IL CENTRO ABRUZZO, NON PERDIAMO L’OCCASIONE 27.06.2014

COESIONE NEL CENTRO ABRUZZO: PASSI AVANTI CON L’UNIVERSITÀ D’ANNUNZIO 03.07.2014

3 risposte a "Un Osservatorio Fondi europei contro la lentezza del Centro Abruzzo"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.