In Regione 16 NO a mantenere le guardie mediche montane inclusa.. Campo di Giove

Foto CorrierePeligno.it
Foto CorrierePeligno.it

L’Aquila. Sarà ancora nelle intenzioni del presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, presentarsi a Campo di Giove, il 20 agosto, per la riunione di giunta pellegrina promessa alla comunità montana il 3 agosto scorso? Nella tappa obbligata della carrozza presidenziale, alla stazione del Comune del parco della Majella, il presidente tranquillizzò  i manifestanti campogiovesi che lo aspettavano, per la sosta all’ingresso del paese, con tanto di striscioni e certificati elettorali alla mano per protestare pacificamente e chiedere il mantenimento della Guardia medica locale da chiudere il primo settembre.

protesta a Campo di Giove guardia medica e treni report-age agosto 2014 Fra 3 giorni la giunta regionale dovrebbe riunirsi proprio a Campo di Giove (Aq) per affrontare la questione della Continuità assistenziale, come promesso dal presidente D’Alfonso. I campogiovesi non possono dire addio alla Guardia medica, ne hanno un disperato bisogno e anche Sulmona e la Valle Peligna devono tifare per questa continuità perché il rischio è che s’intasi il pronto soccorso dell’ospedale Santissima Annunziata che già serve un intero comprensorio. Le decisioni legate al Piano regionale di rientro della sanità però parlano arabo e con i numeri indicano buchi stratosferici da riempire con la pelle dei campogiovesi e dei celenzani, com’è accaduto per altre località che hanno subito la scure della sanità abruzzese, senza colpe. Chissà se gli assessori regionali arriveranno in loco dopo la bocciatura, il 14 agosto all’Emiciclo,  della risoluzione presentata dal Movimento 5 Stelle. Sì che sono grossi i punti interrogativi determinati dalla bocciatura di un atto che in Regione poteva rappresentare il primo vero segnale di avvicinamento alle comunità montane, ma indirettamente anche alle popolazioni delle distanti città, per mantenere l’intenzione e la promessa della Continuità assistenziale delle Aziende Sanitarie Locali della Regione Abruzzo fondamentali per non seppellire l’entroterra.

Pietro Smargiassi Report-age.com 141414Ad aprire gli occhi e a mettere bene in evidenza certe incoerenze regionali è stato il primo firmatario della risoluzione M5S, il Consigliere vastese Pietro Smargiassi. Purtroppo Campo di Giove, Cansano e l’intero territorio montano  a ridosso e nel Parco della Majella, compreso quello di Celenza sul Trigno, in provincia di Chieti, rischiano di brutto. L’entroterra abruzzese soffre fin troppo l’isolamento imposto dai muratori della Spending review che buttano calce viva sulle crepe dei muri ormai privi di fondamenta, senza preoccuparsi di chi può restarci secco se la muraglia crolla e non per colpa dei buchi della sanità. Dovuti ed indispensabili gli scongiuri, ma continuare a fare affidamento su fortuna e miracoli è cosa assai discutibile, soprattutto dopo che la risoluzione è stata bocciata in Consiglio regionale, nella seduta del 14 agosto 2014 quando erano 30 i presenti in aula, 16 i consiglieri contrari (quelli del Partito democratico – eccetto uno – e quelli di Sinistra ecologia e libertà con Gianni Chiodi). Tra i 14 favorevoli, naturalmente i Consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, di Forza Italia (eccetto Gianni Chiodi) e Abruzzo civico ( i cui consiglieri hanno firmato la Risoluzione) più Giuseppe Di Pangrazio.

La risoluzione era diretta a sollecitare l’intervento della Regione Abruzzo per evitare la sospensione dell’attività di guardie mediche nell’aquilano e nel chietino, fra cui naturalmente Campo di Giove e Celenza sul Trigno (Ch).

protesta campo di giove 3.8.2014 treno storicoProfonda è stata la delusione di fronte alla maggioranza che boccia una risoluzione tanto importante. Per Smargiassi è una sorpresa vera e propria la preferenza di voto dei colleghi in aula per lui che intendeva proteggere la salute e le vite di chi si troverà ora senza una guardia medica operativa nelle vicinanze: “Ora D’Alfonso e la sua maggioranza politica si assumano la responsabilità politica e di coscienza sulla salute dei cittadini abruzzesi dell’aquilano e dell’Alto Vastese”. E allora davvero salute!

Andrea Venosini, alla guida di Celenza sul Trigno, ha lasciato sui banchi del Consiglio regionale la sua fascia tricolore come segno di protesta dopo che l’assise ha bocciato la risoluzione del M5S, per scongiurare la chiusura della continuità assistenziale. Il primo cittadino interviene a chiarire il suo atto: ” Il mio gesto è quello dell’istituzione che rivolge una protesta ad un’altra istituzione. Se ci sono scelte sbagliate un’istituzione ha il dovere di correggerle. Nei fatti esistono ancora cittadini di serie A e cittadini di serie B. Il governo regionale deve decidere e prendere una posizione chiara. Le scelte vanno fatte, ma seguendo criteri obiettivi e non politici”. Nel Capoluogo aquilano, il 14 agosto in aula, a difendere la Guardia medica di Celeza sul Trigno non mancavano i celenzani: “Continueremo la nostra battaglia protestando, mantenendo alta l’attenzione sulla necessità di garantire servizi essenziali anche a noi che siamo Cittadini dell’Entroterra. In Abruzzo devono essere tutti cittadini di serie A”. Un gemellaggio con Campo di Giove non sarebbe poi tanto male per unire le forze. Maria Trozzi ( mariatrozzi77@gmail.com)

Invito alla lettura

Il Sistema Sanitario per l’Abruzzo: regioni a confronto

 Documento in Pdf

Aggiornamento:

PROROGA DI 60 GIORNI PER LA GUARDIA MEDICA DI CAMPO DI GIOVE

Archivio:

GUARDIA MEDICA: A CAMPO DI GIOVE SI RIUNISCE LA GIUNTA REGIONALE 03.08.2014

2 risposte a "In Regione 16 NO a mantenere le guardie mediche montane inclusa.. Campo di Giove"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.