Guardia medica: a Campo di Giove si riunisce la Giunta regionale

d'alfonso a Campo di giove (Aq) 3.8.2014 report-age.comCampo di Giove (Aq). Passa il treno storico del Parco della Majella con a bordo la Giunta regionale. Ad attenderla è un’intera comunità, quella di Campo di Giove che in stazione protesta pacificamente e con tanto di striscioni e tessere elettorali, alla mano, rivolge un accorato appello al Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso. protesta campo di giove 3.8.2014 treno storico protesta campo di giove 3.8.2014 treno storico

Le signore si sventagliano con le tessere elettorali e l’intera comunità così ri-unita chiede al governatore  d’Abruzzo di fare quanto è possibile per scongiurare la chiusura della Guardia medica, da sempre in bilico, l’ultima chiusura era programmata il 1° marzo 2014, sospensione garantita grazie all’intervento di Giovanni D’Amico, già vice Presidente del Consiglio Regionale. Nell’ennesima minaccia di soppressione questa volta si indica il 1° settembre 2014. D’Alfonso non esita un momento, sorride e scende dalla carrozza presidenziale. Saluta tutti, ascolta uno ad uno gli abitanti del centro turistico montano ai piedi della Majella e poi abbraccia una signora, incantandola, ancora ribadisce quanto aveva già riferito, in treno, al sindaco della località turistica Giovanni Di Mascio, e al vice sindaco Stefano Mascio saliti in carrozza da Sulmona (Aq) nel tentativo di incontrare e parlare con l’assessore regionale alla sanità, Silvio Paolucci.

D'Alfonso con la sua Giunra nel treno storico della Majella
D’Alfonso e la giunta reg. sul treno storico

Il premier regionale ha deciso, d’accordo col gruppo: una speciale riunione di giunta regionale si terrà proprio a Campo di Giove. E’ fissata il 20 agosto per discutere esclusivamente del problema della Continuità assistenziale garantita al territorio montano, ma costantemente minacciata da chi fa il buono e cattivo tempo nella sanità regionale, lasciando nel panico anziani e famiglie, seminando preoccupazioni per lo sviluppo economico del centro che può contare principalmente sul turismo. Chi, mettendo avanti il Piano di rientro e la Spending review, poi spende quanto risparmiato in servizi telefonici regionali come il 116117, mentre di attivare il Nue (Numero unico europeo) non se ne parla, facendo i conti con i numeri e non con la salute. Arrivato a Castel di Sangro, altra fermata, il presidente D’Alfonso conferma, in via ufficiale, la riunione di giunta regionale programmata il 20 agosto prossimo a Campo di Giove e si mette tutto in Agenda.

Dopo la pacifica protesta i manifestanti chiedono scusa agli illustri passeggeri per la sosta prolungata del treno storico, e chiariscono: “Perdonate il disturbo, dobbiamo cercare di salvare la sede di guardia medica indispensabile in questa località montana e in questo esteso territorio” non manca la richiesta di rilanciare la linea ferroviaria Pescara-Sulmona-Carpinone-Napoli per non isolare le comunità dell’Alta quota. mariatrozzi77@gmail.com

campo di giove trano storico 3.8.2014 protesta campo di giove 3.8.2014 treno storicoDal sito di promozione turistica di Campo di Giove leggiamo come l’unione faccia la forza della piccola e grande comunità montana: “Tutta la cittadinanza campogiovese, almeno una volta unita e compatta, ha partecipato alla manifestazione con la minaccia di riconsegna delle tessere elettorali, questa mattina alla stazione di Campo di Giove ed ha atteso l’arrivo del Treno Storico con a bordo il Presidente della Regione D’ Alfonso e l’ intera Giunta Regionale. Qualcosa abbiamo conquistato. D’Alfonso, insieme alla giunta, sarà a Campo di Giove il 20 agosto 2014, per cercare di risolvere il problema. Per ora non ci resta che dire grazie Presidente, ma assolutamente continueremo a dare battaglia, se la questione non sarà risolta”.

Sull’iniziativa del Treno storico organizzata dal Parco nazionale della Majella dichiara il governatore Luciano D’Alfonso:“Le ferrovie sono capaci, in Abruzzo, di promettere e realizzare velocità, di promettere e realizzare bellezza. d'Alfonso treno storico 3.8.2014 report-age.comLa velocità e la bellezza sono ingredienti che consentono attrattive turistica, attrattiva economica e produttiva. Noi vogliamo unirci in matrimonio con le ferrovie perché sappiamo che grande parte del futuro della regione dipenderà dalla qualità dei servizi e dalla qualità della presenza delle Ferrovie dello Stato. Sono contento di questa bella iniziativa, di questa mattina, perché cuce come in un riuscito lavoro all’uncinetto,  le bellezze dei nostri ambienti, dei nostri parchi, dei nostri centri storici e dei nostri siti abitati e la straordinaria comodità dello spostamento col ferro e sul ferro. Nel ‘900 il ferro non era di moda, nell’800 il ferro era una conquista, adesso, nel ventunesimo secolo, il ferro continua ad essere una bandiera inseguita di modernizzazione. L’iniziativa di oggi, da Sulmona, rappresenta la meta verso la quale tutti insieme dobbiamo convergere, grazie alle ferrovie e al Parco” conclude il Presidente della Regione.

Archivio

stefano di mascioComunicato del Vice Sindaco Mascio sul Servizio di Guardia Medica luglio

“In merito alla paventata prossima chiusura della guardia medica a partire dal prossimo 1 settembre, problema che sta suscitando forte e sacrosanta preoccupazione nella cittadinanza, informo che i Sindaci di Campo di Giove e di Cansano, in attesa di incontrare l’Assessore Regionale Paolucci, a cui hanno già rappresentato le gravi e preoccupanti conseguenze che deriverebbero dal trasferimento della sede di continuità assistenziale, hanno chiesto, tramite il Sindaco di Sulmona (rappresentante della Valle Peligna presso il Comitato Ristretto dei Sindaci) l’inserimento di apposito punto all’O.d.g. nella prossima riunione del Comitato Ristretto dei Sindaci che si terrà il prossimo 6 Agosto con richiesta di audizione. E’ sempre pendente, comunque, il ricorso proposto dal Comune al Tar Abruzzo contro la suddetta chiusura”.

Sospesa la chiusura della Guardia medica a Campo di Giove 16.02.2014

untitledE’ sospesa la cessazione della Continuità assistenziale a Campo di Giove. Il primo Marzo 2014 l’ex Guardia medica sarà ancora operativa. Salva, almeno per il momento, e al servizio del territorio montano che raccoglie anche la comunità di Cansano (Aq). Il Dipartimento amministrativo Uoc (Unità operativa complessa) personale e la Direzione amministrativa dei distretti della Asl1 (L’Aquila – Avezzano – Sulmona – Castel di Sangro) avrebbero preso un abbaglio nell’indirizzare ai 4 medici operativi a Campo Di Giove (Aq) le lettere di mobilità invitandoli a scegliere un’altra sede di Continuità assistenziale, anche perché era prevista una deroga alla chiusura. All’ennesima richiesta d’aiuto è dovuto intervenire nuovamente il Vice Presidente del Consiglio regionale, Giovanni D’Amico che si era fatto portavoce dei Comuni dell’Abruzzo interno che rischiavano la cancellazione dell’indispensabile servizio per effetto del Decreto commissariale n. 61/2013. Una serie di incontri al vertice avevano in un primo tempo scongiurato la chiusura. Con le lettere di mobilità è stata un’altra doccia fredda per Campo di Giove, nonostante le complesse caratteristiche orografiche del territorio montano l’ex Guardia medica veniva eliminata. Ora, si va con i piedi di piombo a prescindere dalle rassicurazioni, così come fa il sindaco di Campo di Giove, Giovanni Di Mascio. Giustamente è cauto e non canta vittoria il primo cittadino, impegnato da tempo in questa dura battaglia per salvare la Continuità assistenziale dal taglio che vorrebbero dedicarle indiscriminatamente. Nessun annuncio ufficiale anche se la situazione volge a favore della popolazione. Indugio ed esitazione perché in questi lunghi anni l’ex guardia medica di Campo di Giove è stata nel mirino della spesa sanitaria rimodulata, del Presidente Gianni Chiodi. Semantica che si traduce in qualcosa di diverso nel Piano di rientro per la sanità imposto agli abruzzesi. Un tira e molla bestiale che si traduce in una minaccia di chiusura della Continuità assistenziale montana quasi a cadenza semestrale. La paventata chiusura, tutte le volte, fa tremare l’intera comunità. Parliamo del servizio rivolto ad una popolazione che, alla stregua di Pizzoli e Gioia dei Marsi, in certi periodi dell’anno è difficilmente raggiungibile. Campo di Giove poi  raccoglie oltre 4 mila seconde case che si aprono e si riempiono in diversi periodi dell’anno. A ragione, la popolazione del centro turistico montano e i rappresentanti delle istituzioni chiedono ora che la Continuità assistenziale sia garantita a lungo termine e non sia più un servizio ballerino e incerto. I numeri poi (un minimo di 3mila 500 abitanti per mantenere le C.a.) non possono essere l’unica ragione per privare di un servizio le comunità isolate dell’entroterra abruzzese, negando loro il diritto alla vita e alla salute. “Con nota del Commissario del 23 dicembre 2013, la Asl1 per sua stessa richiesta, è stata autorizzata a derogare la chiusura delle Guardie mediche di Campo di Giove, Gioia dei Marsi e Pizzoli  _ fa sapere D’Amico _ Una successiva nota circolare, riferita ai criteri generali di organizzazione delle Guardie mediche, viene ora pedissequamente interpretata dalla Direzione della Asl, come norma restrittiva che supera la deroga. Il Commissario da me contattato ritiene valido il provvedimento del 23 dicembre 2013 _  continua il Vice Presidente del Consiglio regionale _ La cessazione del 1 marzo decisa dalla Asl è sospesa su intervento del Commissario Giuseppe Zuccatelli. Seguiranno ulteriori atti del Commissario per confermare la deroga” rassicura D’Amico.  mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Ambulanza del 118 a Campo di Giove, è garantito il servizio per il momento! 02.12.2014

La  lettera Asl che conferma la chiusura della Guardie Mediche 26.11.2014

GUARDIA MEDICA: È ARRIVATA LA MACCHINA FANTASMA MEDICALIZZATA 23.11.2014

Guardia medica. Sindaco Di Mascio: “Infondata o non ufficiale la notizia sulla chiusura“ 20.11.2014

Chiude la Guardia Medica, ma non ditelo a Campo di Giove 19.11.2014

Regione: 16 no alla Risoluzione Smargiassi per mantenere le guardie mediche, inclusa Campo di Giove 14.08.2014

SULMONA. ALTRO VIA LIBERA AI LAVORI PER L’OSPEDALE SANTISSIMA ANNUNZIATA

3 risposte a "Guardia medica: a Campo di Giove si riunisce la Giunta regionale"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.