Incendio ex Adria gomme, un disastro

Pratola Peligna (Aq). Il secondo incendio divampato il 22 luglio 2014 all’Adria Abruzzo è preoccupante. Il fuoco è divampato su pneumatici esausti che l’azienda dovrebbe triturare negli impianti per poi esportare il prodotto ad aziende che lavorano la plastica per realizzare impianti sportivi, attrezzature e pavimenti di giardini. Il primo rogo si è concentrato sull’inutilizzabile residuato delle triturazioni delle gomme, ci segnalano dalle forze dell’ordine, da moltissimo tempo stoccato. Se residuato fosse stato smaltito diversamente sarebbe stato un enorme costo per la società che, con sentenza del 6.12.2011 del Tribunale di Sulmona, è fallita.

Aggiornamento 1 e 2

Nell’area industriale al confine tra Sulmona e Pratola Peligna, dalle ore 14 di ieri, bruciano ancora le montagnole di polveri e triturati di pneumatici e dei vecchi sacchi di fibre gommosa.

Altra discarica di pneumatici 10.09.2014

DSC_0028
Foto Maria Trozzi

Nel tardo pomeriggio di giovedì (attorno alle ore 18.30) sul piazzale dell’Adria gomme brucia il residuato delle triturazioni della plastica inutilizzabile e da moltissimo tempo stoccato, o forse abbandonato, nell’area. Il rogo viene spento a notte tarda. Sulla collinetta di cenere e polveri di pneumatici i vigili del fuoco riversarono acqua e tantissima schiuma, detta filmante, per impermeabilizzare i mucchi di materiali bruciati e ancora roventi ed evitare così che il fuoco si alimentasse di nuovo. Solo dopo la mezzanotte l’incendio è sotto controllo, ma ancora fuma all’alba di oggi un altro dei tanti mucchi di gomme stoccati nel sito. Un fumo oggi biancastro, prima grigio, ieri nero nero. Ancora molte squadre di soccorso sono sul posto. Si ipotizzano tonnellate di veleno sul luogo e nei paraggi. mariatrozzi77@gmail.com

 

I vicini di casa. L’azienda Olga srl minacciata una seconda volta dalle fiamme del piazzale dell’Adria interviene sulla vicenda con un responsabile: “A seguito del nuovo incendio verificatosi all’interno dello stabilimento Nuova Adria srl, confinante con l’area di proprietà Olga, quest’ultima vuole precisare che la stessa non ha nulla a che vedere con l’impianto Adria, e che ansi si riserva, all’esito di scrupoloso e attento controllo, di valutare tutti i danni patiti e patiendi scaturenti tutti dall’incendio che, intuibilmente ha provocato già ingenti danni economici alla Olga srl, oltre che di immagine e danni al territorio”. Anche la Olga srl opera nel settore del riciclaggio di materiale termoplastico con scrupolosa attenzione nei riguardi dell’ambiente e nel rispetto delle norme vigenti, tanto da diventare un player leader a livello nazionale, tengono a precisare i responsabili dell’azienda. La precisazione dell’azienda è dovuta, secondo quanto dichiara Riccardo Viganò, direttore dello stabilimento, al fatto che dal primo incendio “si sono susseguite voci e dichiarazioni che hanno creato una sorta di confusione tanto da prospettare coinvolgimenti della Olga srl in detti fatti – si legge in un comunicato – All’uopo quindi si è deciso di precisare fatti, circostanze e ruoli perché mai si possa ritenere che eventuali danni all’ambiente provocati da Nuova Adria possano essere in qualsiasi modo ed a qualsiasi titolo addebitati, sia pur dalle voci di popolo, a Olga srl – conclude Viganò – Questo anche in ragione degli innumerevoli scatti fotografici e video, in cui viene ritratto lo stabilimento Olga, che potrebbero ingenerare errate valutazioni in termini di responsabilità”.

Aggiornamenti 

Incendi pneumatici di luglio. La Regione revoca l’autorizzazione all’Adria Abruzzo 19.02.2015

Riprende l’incendio all’Adria gomme. Una colonna di fumo nero minaccia la Valle Peligna 22.07.2014

9 pensieri riguardo “Incendio ex Adria gomme, un disastro

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.