Camoscio.

http://www.ilpaletto.com/
Fonte foto Il Paletto

Trenta esemplari al principio del secolo scorso ed ora sono quasi 2 mila i Rupicapra pyrenaica ornata, i camosci più belli del mondo.

Praticamente scomparsi agli inizi del Novecento oggi sono tornati a ripopolare il centro Italia grazie alle aree protette e ad una politica di protezione rispetto a specie predatorie come il lupo, ma anche l’orso. Migliora il loro ’habitat nel Parco nazionale d’Abruzzo e nel Parco della Majella che per le presenze  del Camoscio d’Abruzzo supera il Pnalm.

Al Congresso internazionale per organizzare il progetto Life dell’Unione Europea Coornata, svolto a giugno a Lama dei Peligni, la mappatura presentata vede i camosci in special modo nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, colonia madre unica in cui la specie non è mai estinta,  530 esemplari. Il vero boom è però quello del Parco della Majella dove una nuova colonia, nata dagli anni 90, è arrivata a superare gli 800 esemplari. E’ questo l’effetto di un programmato e corretto ripopolamento con i camosci prelevati da un parco e trasferiti in aree faunistiche o in altri parchi per favorirne l’insediamento. La cattura dell’animale sarebbe indolore e per il trasporto sono impiegate le box trap, gabbie a cassetta. Una volta addormentati con i fucili narcotizzanti, sparasiringhe, dotati di orecchini stile piercing (marche auricolari) o di collari che garantiscono il monitoraggio, viaggiano in elicottero e al risveglio sono già pronti per la loro nuova dimora. Altra popolosa colonia è quella del Parco Gran Sasso e monti della Laga. In 22 anni il numero dei camosci è schizzato a 500 esemplari. Il più recente insediamento è nel Parco nazionale dei monti Sibillini dal 2008 al 2010 i camosci registrati superano le 60 unità. Anche il Parco regionale Sirente Velino si da da fare per il Camosci, dal 2013  si contano almeno 12 camosci nell’area, e pensare che prima non esistevano. 02.07.2014 mariatrozzi77@gmail.com

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.