Abruzzo. Candidati 121 Poliziotti della Penitenziaria e nelle carceri c’è carenza di organico

Sulmona (Aq). Sono 121, in Abruzzo, gli agenti della Polizia Penitenziaria candidati per le elezioni del prossimo 25 maggio 2014. 

Aggiornamenti 1 e 2 

Nulla da eccepire se non fosse per il fatto che i 1.460 poliziotti impiegati nei penitenziari abruzzesi sono pochi, sotto organico, a loro si chiedono sacrifici in periodo di Spending Review, ma qualcuno ne approfitta se capita l’occasione. Perdere una chance  come quella del 25 maggio è da pazzi, dunque tutti in lista per essere votati con tanto di retribuzione per un mese e senza lavorare nell’istituto di pena. Spesso poi i candidati in divisa non prendono che una manciata di voti. L’unica casa di reclusione immune dalla febbre elettorale è quella di Avezzano. Ligi al dovere e responsabili nessuno dei poliziotti marsicani, impiegati nel carcere di San Nicola, si candida per questa tornata elettorale, rifiutando così i vantaggi obbligati dall’art. 81 della Legge 121/81, che concede a tutte le forze di polizia, in caso di candidatura, un mese di aspettativa retribuita per esigenze di campagna elettorale. Nessuno può rinunciare al beneficio, il problema è che, in periodi come questo, il vincolo dell’aspettativa retribuita per gli agenti candidati è visto da molti come un privilegio tanto da convincere un consigliere comunale di Sulmona, S. D. C., a chiedere un intervento legislativo per l’eliminazione del privilegio. L’iniziativa trova favorevole molte persone e a  sostenere il politico Peligno è anche Mauro Nardella, segretario regionale Uil Penitenziari, già intervenuto sulla vicenda proprio per la stessa ragione. Perché l’iniziativa parte da Sulmona? Semplicemente perché è il carcere dove è più sentita la vocazione politica degli agenti visto che a candidarsi sono ben 42 unità impiegate nel penitenziario di massima sicurezza. Maglia nera per la valle Peligna se è vero, come dicono, che il numero di poliziotti della penitenziaria candidati cresce con l’intensificarsi dei problemi. Secondo in classifica il carcere Le Costarelle dove a candidarsi sono 24 agenti, ma i problemi di organico del penitenziario del Capoluogo di regione non sembrano tanto gravi come quello della città ovidiana. Seguono a ruota il complesso di Castrogno, a Teramo, che fino al 25 Maggio dovrà fare a meno di 18 poliziotti della penitenziaria e anche la carenza di organico si è fatta già sentire a Lanciano, meno 12 agenti per il carcere di villa Stanazzo che scoppia di detenuti e non di personale. Controllati e poco interessati all’arte del parlare e promettere gli agenti della casa di reclusione di Vasto, solo in 8 si candidano e 7 a San Donato, diciamo che il penitenziario di Pescara è nella norma.

Viste le esigenze degli agenti di Polizia penitenziaria messe in evidenza in questi mesi a cui anche il segretario del ministro della giustizia, Michele Fina, sta cercando di porre rimedio con una serie di operazioni, interpelli regionali e nazionali, sembra sia arrivato il momento di cambiare le cose. Ne sono convinti anche i colleghi degli agenti candidati che subiscono una volta di troppo la politica e alla stessa preferiscono la diplomazia del lavoro.  mariatrozzi77@gmail.com

Agenti candidati in aspettativa: è di nuovo emergenza nelle carceri abruzzesi

4.20.2014 Altri problemi si aggiungono alle già gravi carenze di organico registrate nelle carceri di Sulmona e L’Aquila.

Le candidature di una trentina di agenti della Polizia Penitenziaria a L’Aquila e di altri 42 a Sulmona svuotano praticamente i due istituti di detenzione. La scelta produce devastanti effetti soprattutto in tempi di Spending review, di tagli alla spesa pubblica, perché i poliziotti candidati devono andare in aspettativa speciale e retribuita, come se lavorassero, pur restando a casa. Un obbligo atto ad impedire condizionamenti di sorta nei confronti dell’elettorato attivo, ma che non avrebbe più senso.  A farne le spese sono i pochi agenti che purtroppo restano in istituto. Il lavoro per loro raddoppia e il carico d’impegni e mansioni triplica. Per coprire anche i colleghi in aspettativa obbligatoria, speciale e retribuita è necessario cancellare le ferie degli altri colleghi, per tutto il periodo di campagna elettorale, a scapito di chi ne ha fatto richiesta da tempo. Inoltre gli agenti rimasti fanno decine di ore di straordinario per colmare l’assenza dei colleghi candidati sempre nell’incertezza che  il maggior sacrificio venga retribuito, in futuro. La cancellazione dell’aspettativa speciale obbligatoria è una soluzione. L’articolo 81 del Dpr 121/81 sarebbe il retaggio di un’epoca, quella degli anni di piombo, in cui vestire una divisa poteva dire creare una barriera per gli elettori e condizionarne il voto, libero e segreto, che magari una persona con addosso la divisa potrebbe influenzare. Rispetto a tutte le altre categorie che, decise ad entrare in politica ne scontano il prezzo a livello professionale perché impegnati nella campagna elettorale abbandonano per mesi lavoro e professione, è ancora possibile accettare questo privilegio? Obbligo per alcuni che risulta utile però solo a chi si candida per non andare a lavoro e in un momento critico come quello che attraversano le carceri italiane in emergenza soprattutto per la carenza di personale di polizia?

mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Risultati elezioni in Abruzzo: invalidata l’elezione a Castelvecchio Calvisio e Pietracamela 01.06.2015

Agente chiede di lavorare anche se candidato per meritare la retribuzione 20.04.2015

3 risposte a "Abruzzo. Candidati 121 Poliziotti della Penitenziaria e nelle carceri c’è carenza di organico"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.